Dizionario Sloveno-Italiano Italiano-Sloveno degli indirizzi produttivi del settore primario


Dizionario Sloveno-Italiano Italiano-Sloveno degli indirizzi produttivi del settore primario
Author: Mario Gregori, Alen Sardoc
Publisher: Associazione Regionale Agricoltori – Trieste
Number of pages: 192
Format: PDF / excellent
Size: 3,24 MB

DEŽELNA KMEČKA ZVEZA
ASSOCIAZIONE REGIONALE AGRICOLTORI
COMMUNITÀ AUTOGESTITA COSTIERA DELLA NAZIONALITÀ ITALIANA
OBALNA SAMOUPRAVNA SKUPNOST ITALIJANSKE NARODNOSTI
AGROMIN
ČEBELARSTVO, OLJKARSTVO IN OLJE, SIRARSTVO, VINOGRADNIŠTVO, VINARSTVO, ZELENDAJARSTVO
APICOLTORA, OLIVICOLTORA E OLIO, PRODUZIONE LATTIERO, CASEARIA, VITICOLTURA E PRODUZIONE VINICOLA, ORTICOLTURA
AGROMIN
SLOVENSKO – ITALIJANSKI
ITALIJANSKO – SLOVENSKI
SLOVAR
PROIZVODNIH USMENITEV PRIMARNEGA SEKTORGA
ČEBELARSTVA, OLJKARSTVA IN OLJE, SIRARSTVA, VINOGRADNIŠTVO IN VINARSTVA, ZELENDAJARSTVA
DIZIONARIO
SLOVENO – ITALIANO
ITALIANO – SLOVENO
DEGLI INDIRIZZI PRODUTTIVI DEL SETTORE PRIMARIO:
APICOLTURA – OLIVICOLTURA E OLIO – PRODUZIONE LATTIERO CASEARIA – VITICOLTURA E PRODUZIONE VINICOLA – ORTICOLTURA
192 pp – 3,24 MB
Sestava slovarja: Dr. Mario Gregori
Splošni pregled: Dr. Mario Gregori, dr. Alen Sardoč
Računalniški vnos: Dr. Alen Sardoč
Založnik: Deželna Kmečka – Trst
Oblikovanje in tisk: Grahpart S.r.l / Trst
Stesura del dizionario: dr. Mario Gregori
Revisione generale: dr. Mario Gregori, dr. Alen Sardoč
Inserimento elettronico dei dati: dr. Alen Sardoč
Edito daAssociazione Regionale Agricoltori – Trieste
Impaginazione e stampa Graphart S.r.l. – Trst / Trieste
TRST – TRIESTE 2007
KAZALO
SOMMARIO
Spremna beseda .7
Prefazione.. 9
Navodila za uporabo slovarja 11
Guida all’uso del dizionario15
Slovensko – italijanski slovar /
Dizionario sloveno – italiano.. 19
Italijansko
Prefazione
Questo dizionario è frutto di un progetto finanziato dal PROGRAMMA D’INIZIATIVA
COMUNITARIA INTERREG III A ITALIA – SLOVENIA 2000-2006, obiettivo
del quale è incentivare, sviluppare e aumentare la collaborazione transfrontaliera tra la
minoranza italiana in Slovenia e la minoranza slovena in Italia nel campo della produzione
e lavorazione dei prodotti tipici locali del settore primario.
I due proponenti del progetto “AGROMIN – Agricoltura delle minoranze”, la
Comunità Autogestita Costiera della Nazionalità Italiana di Capodistria in Slovenia e
l’Associazione Regionale Agricoltori di Trieste in Italia, si sono posti due obiettivi principali
che comprendono la realizzazione di un’unica offerta transfrontaliera di prodotti tipici che
vedono il coinvolgimento diretto delle due minoranze e il rafforzamento della collaborazione
tra i due gruppi etnici attraverso la collaborazione nel settore primario.
Molte produzioni tipiche locali si contraddistinguono per la loro elevata qualità: vino,
olio di oliva, miele, prodotti lattiero caseari, insaccati, ma anche frutta e verdura, che
vengono prodotti su entrambi i lati del confine e coinvolgono produttori membri delle due
minoranze.
Le caratteristiche linguistiche e culturali, presenti nei territori di confine, contraddistinguono
in maniera forte le due comunità etniche e rappresentano da un lato una ricchezza e
un patrimonio inestimabile, dall’altro sono un fattore limitante per la collaborazione
transfrontaliera. Ciò vale soprattutto per le due lingue, e segnatamente per la terminologia
tecnica e scientifica, la cui padronanza è non di rado modesta anche presso gli appartenenti
di gruppi etnici minoritari, conoscitori di entrambi gli idiomi.
Per sopperire a questo problema i due proponenti del progetto hanno incluso tra le varie
attività e i vari risultati anche la redazione di un dizionario scientifico dei termini che si usano
nei seguenti indirizzi produttivi del settore primario: apicoltura, viticoltura e produzione
vinicola, olivicoltura e olio, produzione lattiero casearia e orticoltura. Anche se in questo
dizionario non vengono trattati i termini che riguardano la produzione di insaccati e la
frutticoltura, ad eccezione dell’ulivo, si ritiene che esso possa favorire in modo incisivo lo
sviluppo della collaborazione tra le due minoranze.
La raccolta dei termini scientifici, a causa della sua complessità e del fatto che il lavoro sia
stato svolto da un’unica persona , è senza dubbio incompleta. Riguardo alla terminologia in
questo settore entrambe le lingue sono molto ricche e soprattutto assai dinamiche. Ai termini
già consolidati si aggiungono continuamente dei nuovi, il che fa sì che è impossibile stare al
passo dell’evoluzione linguistica. Ciò vale soprattutto per la lingua slovena, che è una lingua
“scientificamente” più giovane e conseguentemente più dinamica di quella italiana, che ha
iniziato molto prima il suo percorso di sviluppo scientifico. Anche l’adattamento dei termini
scientifici ai neologismi, soprattutto dall’inglese, è diverso tra le due lingue. Lo sloveno adotta
in maniera più prudente e lenta i termini stranieri, l’italiano lo fa invece con un approccio più
aperto ed immediato e questo comporta dei problemi, che sono però del tutto transitori.
Detto ciò riteniamo che tutte le problematiche, che si riscontrano durante la stesura di
dizionari tecnici e scientifici, siano superabili. Gli esperti da entrambi i lati del confine
possono contribuire in maniera significativa che questo dizionario, il primo, ma concreto
passo per una maggiore e più intensa collaborazione transfrontaliera nel settore primario,
possa svilupparsi in una forma più ricca e completa.
Il coordinatore tecnico del progetto
Dr. Mario Gregori
Il libro è stato pubblicato nell’ambito del progetto “AGROMIN – AGRICOLTURA DELLE MINORANZE
– INDIVIDUAZIONE E VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TIPICI DELL’AREA TRANSFRONTALIERA”,
codice progetto AAFVG223399, finanziato dal Programma di Iniziativa Comunitaria Interreg IIIA
Italia – Slovenia 2000 – 2006.

Download

Remarks: Slovensko-italijanski italijansko-slovenski slovar proizvodnih usmenitev primarnega sektorga
agriculture, husbandry

Leave a Comment

Translate »